Smart Bin

I cestini intelligenti di A2A

La gestione dei rifiuti è tra le attività più onerose per un comune: viene destinato circa il 27% della spesa corrente destinata alle funzioni fondamentali. In particolare, il costo di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani indifferenziati e differenziati è pari a circa 65€ per abitante pari a quasi 4€ mld all’anno.

Il progetto

I primi cestini intelligenti nascono dalla collaborazione con AMSA e Aprica, le due società del Gruppo A2A che si occupano di raccolta e smaltimento rifiuti nelle principali città lombarde. La soluzione è stata testata e brevettata con il posizionamento di alcuni prototipi di cestino nel 2011, sulla cui evoluzione è stata poi basata la successiva ingegnerizzazione ed industrializzazione del prodotto.

Gli Smart Bin sono cestini intelligenti che monitorano in tempo reale il loro stato di riempimento grazie a sensori posti all’interno degli stessi. La tecnologia è supportata anche da rete LoRaWAN, che opera su lunghe distanze con un basso consumo di energia. 

I dati vengono inviati alla piattaforma applicativa che elabora le informazioni in tempo reale, gestisce gli allarmi, genera KPI e pianifica i percorsi di raccolta con AI.

Tra Milano, Brescia, Bergamo e Cremona
gestiamo sulla nostra rete 13.000 cestini intelligenti.

Con l’adozione degli Smart Bin, è possibile ridurre
i costi di raccolta e trasporto rifiuti dal 50% al 90%.

Perché scegliere A2A

Affidabilità

A2A è l’Utility più rilevante in Italia nel campo della gestione e smaltimento rifiuti, con oltre 16k cestini smart sparsi sul territorio lombardo.
Attraverso il network proprietario, forniamo servizi di comunicazione a clienti B2G, B2B e wholesale, per gestire la raccolta massiva di dati dal campo.
Abilitiamo la raccolta di dati provenienti dai sensori smart IoT.

Servizio end-to end

Dalla raccolta dei dati, al trasporto e alla rappresentazione su piattaforma software.

Benefici

L’inserimento di una tecnologia in grado di rilevare lo stato di riempimento dei cestini porta con sé numerosi vantaggi sia dal punto di vista del bilancio economico (risparmio sui costi di gestione) che di ritorno di immagine, come l’eliminazione del problema dei cestini stracolmi, la diminuzione del degrado cittadino e l’aumento della qualità del servizio.

Gli Smart Bin ottimizzano inoltre la logistica di raccolta con un un’azione efficace e mirata in caso di effettiva saturazione del contenitore, evitando passaggi inutili e ripetitivi. La piattaforma software, attraverso algoritmi e progressivi auto-apprendimenti (machine learning), suggerisce modifiche nella dislocazione dei punti di raccolta, prevede i volumi di raccolta (fino a 24h) con una precisione  del 90%, ed organizza il “routing” ottimale per i mezzi, proponendo il percorso migliore.

Ulteriori vantaggi del servizio sono identificabili nella riduzione del traffico cittadino e del conseguente abbattimento del rumore e delle emissioni di CO2.

Il tempo risparmiato dagli operatori nella raccolta, potrà essere utilizzato in altre attività ad alto impatto sociale (gestione del verde, manutenzione parchi e area giochi, panchine, raccolta rifiuti non propriamente conferiti, etc)

Due versioni disponibili

Standard

Cestino intelligente che monitora in tempo reale il suo stato di riempimento.

La misurazione del livello di riempimento viene effettuata tramite un sensore installato all’interno del cestino. Il sensore può essere implementato nel 90% dei cestini esistenti o alloggiato un cestino già predisposto per custodire il sensore in apposita cerniera.

Gli Smart Bin sfruttano due tipologie di misurazione: misura laser (rifiuti solidi) e microcamera e AI (rifiuti irregolari).

Avanzata

Cestino compattatore alimentato ad energia solare.

Capace di contenere una quantità di rifiuti fino a 5 volte superiore rispetto a un comune cestino, consente una drastica riduzione del numero di raccolte (-80% e più).

La misurazione del livello di riempimento viene effettuata tramite un sensore laser incorporato nella struttura del cestino ed anch’esso alimentato dal pannello fotovoltaico.

Numerosi sono i sensori di sicurezza incorporati nel cestino, tutti visibili sia direttamente dal pannello frontale del cestino stesso, sia in piattaforma software tramite allarme e registrazione nel log. Essi sono relativi all’apertura della porta, al raggiungimento dei livelli di riempimento, all’inserimento delle mani nella bocca di conferimento, al riconoscimento e spegnimento di incendi al suo interno.

Affidabilità

Un sistema che trasforma i dati rilevati in tempo reale dai sensori in intelligenza azionabile.

Nei centri storici o in aree ad alta densità di frequentazione (stazioni, aeroporti, etc) è consigliabile il posizionamento della versione avanzata.
In zone più periferiche o meno strategiche l’uso dei sensori installati sui normali contenitori stradali permette comunque, grazie alla piattaforma, una gestione e un controllo totale dei parametri importanti per ottimizzare i tempi e ridurre i costi di raccolta.

Offrendo così agli utenti la possibilità di gestire zone molto ampie e diversificate dal punto di vista della raccolta e degli strumenti utilizzati, in un’unica piattaforma.

potrebbe interessarti anche

Ambiente, Infrastruttura

Smart Lamppost

Il progetto Il progetto è stato finanziato dall’UE con 24

Ambiente

Edifici storici

MO.CA Palazzo Martinengo Colleoni, oggi è MO.CA – Centro per

Ambiente, Sicurezza

Luoghi d’arte

Tecnologia Rete LoRaWAN®®, fibra ottica, openWifi per aree comuni La

VUOI ESSERE CONTATTATO DA UN NOSTRO ESPERTO PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI?