GRUPPO A2A
NUOVE ENERGIE
AMBIENTE
SMART CITY
SCOPRI A2A

Smart Bin

I cestini intelligenti, gestire la raccolta dei cestini rifiuti e lo svuotamento in modo sostenibile.

Il progetto

Le città hanno cestini disseminati ovunque, risolvere il problema del riempimento e il conseguente risparmio di utilizzo e carburante per i mezzi era l’obiettivo dei cestini intelligenti.
Smart bin è in grado di rilevare il proprio stato di riempimento, la frequenza e l’orario di utilizzo attraverso una scansione costante effettuata da un sensore e successivo invio dei dati raccolti ad un software di back-end, tramite rete wireless low cost. Il cestino invia misurazioni relative al suo stato di riempimento (vuoto, pieno a metà o completamento pieno) ed occlusione (occluso o non occluso).
Le informazioni fornite consentono di ottimizzare il processo di raccolta dei rifiuti conferiti nei contenitori stradali, riducendo l’impiego di risorse e mezzi pianificati e contribuiscono inoltre al miglioramento qualitativo del servizio, garantendo tempestività d’intervento per le situazioni critiche; evitando così il manifestarsi di situazioni con accumulo di rifiuti sopra il contenitore.
La soluzione si basa su tecnologie particolarmente efficienti dal punto di vista energetico che permettono al contenitore intelligente di operare per anni, senza bisogno di collegarlo alla rete elettrica, grazie a batterie di lunga durata ed a software di controllo ottimizzati.

Come funzionano

Il modem usato è l’RN2483 che integra una radio LoRa® capace di coprire un’area di un raggio di 15 km eliminando il costo di ripetitori aggiuntivi. Il suo basso consumo permette una durata della batteria superiore a 10 anni, Offre, inoltre, la possibilità di connettere milioni di nodi di sensori wireless ai gateway LoRa® e Cloud Server. Gli elementi di forza sono: scalabilità, flessibilità, una comunicazione robusta in grado di operare in ambienti esterni difficili. È adatto per comunicazioni wireless a bassa velocità di trasmissione per il monitoraggio e la gestione di parametri ambientali e di controllo.

Tecnologia di sensing

La tecnologia di sensing sfrutta un approccio innovativo e brevettatto (EP2516974 – EP2721377 AMSA e Cefriel) basato sulla variazione della capacità elettrica tra le piastre di un livello di sensing in presenza di rifiuti. L’elettronica che risiede nella scatola stimola opportunamente le piastre ed esegue la misura. Un algoritmo consente di definire lo stato di pieno/vuoto a partire dalla misura. La condizione di tappo è rilevata tramite due sensori ottici ausiliari. L’invio dei dati avviene tramite rete LoRaWAN®.
Con due livelli di piastre sono rilevabili tre stati fondamentali del contenitore: VUOTO, PIENO SOTTO, PIENO (PIENO SOPRA)
La condizione di tappo è rilevata, in presenza di luce, tramite un ulteriore sensore e non è correlata al livello di riempimento. Dal relativo sensore si ricavano due condizioni di stato: TAPPO ASSENTE, TAPPO PRESENTE.

Tra Milano, Brescia, Bergamo e Cremona
gestiamo sulla nostra rete 12.880 cestini intelligenti.

I partners

Società partecipata del Politecnico di Milano specializzata in progetti di innovazione digitale che ha come obiettivo quello di favorire l’innovazione di prodotto, servizio e processo attraverso un approccio multidisciplinare che coniuga strategia, design e tecnologie digitali. E’ un Digital Innovation e Design Shop, con sede a Milano e con uffici a New York e Londra. Impegnato in settori quali ecosistemi API, Internet of Things (IoT), sicurezza dell’informazione, analisi dei dati e visualizzazione, Industry 4.0 e Blockchain.

Società produttrice di semiconduttori e principalmente di microcontrollori a segnali misti, analogici e Flash-IP che permettono lo sviluppo di prodotti a basso rischio, con costi contenuti e tempi d’immissione nel mercato rapidi per clienti di tutto il mondo.

Società del gruppo A2A che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani della Città di Milano e di tredici comuni dell’Area Metropolitana Milanese. Amsa ha testato e brevettato la soluzione, in collaborazione con Cefriel, con il posizionamento di alcuni prototipi di cestino nel 2011, sulla cui evoluzione è stata poi basata la successiva ingegnerizzazione ed industrializzazione del prodotto. I dati trasmessi dai cestini ed elaborati dal software di raccolta ed elaborazione dati, consentono ad Amsa di ottimizzare l’esecuzione e la pianificazione degli itinerari, inviando gli addetti solo dove necessario e garantendo priorità di intervento alla situazioni più critiche.

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri progetti?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!