ultime news

Sabato 11 Maggio 2019 si è tenuto presso il il Comune di Paullo il convegno dedicato alla Smart Land Sud est Milano. 

Il percorso Smart Land intrapreso nell’area vasta a sud est di Milano entra quindi nella sua fase operativa, con il via allo studio del territorio che porterà a quella progettuale. L’importante incontro dell’11 maggio sancisce l’adesione all’iniziativa degli altri comuni del territorio dopo che i tre promotori – Paullo, San Donato Milanese e Melegnano – lo scorso 14 marzo hanno firmato il primo protocollo d’intesa.

La presenza delle istituzioni centrali e locali preposte, testimonia il valore del progetto, e vuole sottolineare un fatto: oggi è possibile creare un sistema virtuoso tra enti diversi che possono realmente condurre alla messa a terra di una progettualità sfidante e possibile al tempo stesso. Che abbia al centro in termini concreti i cittadini e le imprese, il proprio territorio a cui dare attrattività e identità.

Attraverso processi non solo innovativi in termini tecnologici, ma creativi secondo le più ampie declinazioni, che richiamano a intuito, ingegno, etica, valore.

Un modello strategico/operativo in grado di far convergere in progetti integrati infrastrutturali competenze, risorse, consensi, verticalizzazioni progettuali e fondi infrastrutturali sui territori non appartenenti agli agglomerati urbani.

 

La “mission” del modello Smart Land Italia è di sostenere l’evoluzione e lo sviluppo del territorio, predisponendo le infrastrutture e i servizi in funzione di come si evolve la dinamica sociale, economica e culturale; una mission basata sui valori portanti degli orientamenti comunitari: l’Innovazione, la sostenibilità, la coesione e la contaminazione.

 

Il progetto Smart Land Sud Est Milano circoscrive a 14 municipalità il territorio di intervento e si basa sulla condivisione di un’unica meta progettualità che coinvolge:
• 3 Municipalità promotrici: San Donato Milanese, Paullo, Melegnano.

• Una cabina di regia, coordinata da Energia Media, che ha il compito di creare tutte le condizioni operative del progetto; a cui partecipano: Jaspers BEI, MISE, ENEA, Centro Studi Smarter.
• Più soggetti aderenti candidati (tramite atto di adesione al protocollo di intenti), qui il progetto:   http://energiamedia.it/eventi/smart-land-sud-est-milano/